[Solira] Linux su iPhone... e in dual boot

Emilio Pavia emix a solira.org
Lun 1 Dic 2008 13:45:32 CET


Il giorno 01/dic/08, alle ore 12:58, KatolaZ ha scritto:

> In realta' e' semplicemente assurdo e idiota che un sw (cioe' una
> lista, per quanto creativa, di istruzioni da fare eseguire ad una
> macchina) sia equiparata ad una poesia, ad un romanzo o ad un'opera
> lirica, ma questo e' proprio il motivo grazie al quale oggi possiamo
> avere software libero.

Qui secondo me ti sbagli. Quanta ricerca c' voluta per trovare una  
soluzione efficiente alla risoluzione di un problema? Quanto tempo   
stato speso per la creazione e lo sviluppo di algoritmi di image  
processing (tanto per dirne una)? Quello che si vuole fare  tutelare  
un investimento di tempo a persone e aziende che se non avessero avuto  
un ritorno economico non avrebbero mai prodotto quello che siamo  
soliti usare ogni giorno. Non dico che quello che viene fatto oggi per  
tutelare le aziende sia sacrosanto, ma il principio a mio parere   
giusto.

> Fino a meta' degli anni '80 i produttori di software rendevano
> disponibili i sorgenti, in C o in assembly, di praticamente tutto il
> software che producevano. E fornivano agli utenti anche gli strumenti
> per studiare e disassemblare i programmi. E il software, allora,
> costava un botto come adesso.

Infatti come ti ho detto io sono assolutamente favorevole a questa  
pratica.

Emilio


Maggiori informazioni sulla lista Solira